Sogno di una Notte di Mezza Estate

La commedia, composta da Shakespeare tra il 1594 e il 1596, presenta tre storie intrecciate, collegate tra loro dalla celebrazione del matrimonio tra Teseo, duca di Atene, e Ippolita, regina delle Amazzoni.

sogno di una notte di mezza estate

Due giovani ateniesi, Demetrio e Lisandro, sono entrambi innamorati della stessa donna, Ermia, che ama quest’ultimo. Di Demetrio è invece innamorata Elena, amica di Ermia. Quando il padre di questa le impone di sposare Demetrio, fugge nel bosco con Lisandro; Elena e Demetrio li inseguono, ma si perdono nel buio e nelle loro schermaglie amorose.

Nel bosco ci sono anche Oberon, re degli elfi, con la moglie Titania, regina delle fate. A seguito di un litigio Oberon, per vendicarsi, scaglia su Titania addormentata un incantesimo che la farà innamorare della prima persona che vedrà al suo risveglio.

Sempre nel bosco si riunisce una combriccola di artigiani per le prove di uno spettacolo sul tema di Piramo e Tisbe, che intende mettere in scena per festeggiare il matrimonio del duca. Fra di loro spicca Nick Bottom, il Tessitore.

Oberon, saputo dei contrastati amori dei quattro giovani, ingaggia il furbo Puck affinché sprema sugli occhi di Demetrio un succo magico per farlo innamorare di Elena; ma Puck, per errore, spreme il succo sugli occhi di Lisandro, che si innamora così di Elena con grande disappunto di Ermia.

Ma Puck ha anche il tempo di giocare uno scherzo a Bottom, trasformando la sua testa in quella di un asino: e proprio Bottom sarà la persona di cui si innamorerà Titania, al suo risveglio, a causa dell’effetto del sortilegio del marito.

Oberon, realizzata la sua vendetta, scioglie Titania dall’incantesimo e ordina a Puck di fare altrettanto con Bottom, liberandolo dalla testa d’asino. Oberon, inoltre, accortosi dell’errore di Puck, mette del succo sugli occhi di Demetrio, che si innamora anche lui di Elena provocando la furiosa reazione di Lisandro.

Alla fine Puck, per ordine di Oberon, risistema tutto tra gli innamorati: i quattro ragazzi si addormentano e, al loro risveglio Lisandro ed Ermia si amano e così anche Demetrio ed Elena.

Il duca Teseo ordina che il matrimonio delle due coppie avvenga unitamente al suo. In occasione della celebrazione della triplice cerimonia gli artigiani, che hanno ritrovato all’ultimo momento Bottom, mettono in scena la loro versione della tragedia di Piramo e Tisbe, talmente goffa da renderla comica (“sento il volto della mia Tisbe…” “mi sembra di vedere dei suoni..”). Tra i personaggi un leone, il chiaro di luna e un muro (!).

L’opera si conclude con Puck che entra in scena per salutare il pubblico.