La Palla al Piede

Parigi, 1894. La bella cantante Lucette ha tutto: una sorella petulante che si diverte a tiranneggiare, una maestra di pianoforte efficientissima, un amico giornalista che l’adora,

uno squinternato autore di improbabili canzonette che la perseguita, un caliente generale sudamericano disposto a tutto pur di farla sua…

La palla al piede

null

Ha, soprattutto, un amante, Fernand, bello, nobile e irrimediabilmente squattrinato, che ha deciso di lasciarla per sposare Viviane, avvenente ragazza con una madre impossibile ma, in compenso, con una considerevole dote.

Non è facile, però, lasciare una donna come Lucette, che brucia di passione per il suo uomo e, incidentalmente, anche per gli anelli di diamante e i preziosi braccialetti che le regala il generale. Non riuscendo a troncare quel rapporto, che per lui è diventato una vera palla al piede, Fernand tenta disperatamente di nascondere alla cantante il suo imminente matrimonio, ma senza successo. Ne verrà fuori una girandola di imbrogli, raggiri, equivoci e colpi di scena di grande comicità, fino all’immancabile lieto fine.